Home > La Cavitazione > Tutte le cavitazioni funzionano?

Tutte le cavitazioni funzionano?

La crescente richiesta di trattamenti di cavitazione da parte di persone con problemi di accumuli adiposi localizzati e/o con cellulite ha determinato dal 2005 ad oggi un aumento esponenziale di macchinari disponibili per la terapia cavitativa, la maggior parte dei quali inefficaci. L’efficacia del trattamento dipende dalla capacità dell’apparecchiatura di sollecitare la creazione, lo sviluppo e la successiva implosione di microbolle all’interno della cellula adiposa. Non tutti i macchinari che troviamo oggi sul mercato sono efficaci nel produrre questo fenomeno, chiamato appunto cavitazione, poiché il recente boom di richiesta di trattamenti ha visto parallelamente aumentare il numero di macchinari clone che hanno frequenze e potenze di emissione non sufficienti a dare un buon risultato cavitativo.
 
Ad oggi esistono fondamentalmente due tipi di cavitazione: la cavitazione medica e la cavitazione estetica.
 
La cavitazione di tipo medico prevede, oltre all’utilizzo del macchinario ad ultrasuoni, l’infiltrazione di soluzione fisiologica e lidocaina o farmaci lipolitici e lidocaina nel tessuto adiposo prima del trattamento, per potenziare l’effetto lipolitico. Può essere effettuata esclusivamente da personale medico.
 
La cavitazione estetica si differenzia da quella medica poiché non è invasiva e prevede semplicemente l’utilizzo transdermico degli ultrasuoni con potenza molto più bassa rispetto a quella medicale. Fino a pochissimo tempo fa gli apparecchi per la cavitazione estetica potevano essere utilizzati anche dalle estetiste nei centri estetici. Ad oggi ciò non è più possibile, poiché il 28 gennaio 2011 è stato approvato un decreto legge che modifica la legge 1/90, contenente l’elenco delle apparecchiature che possono essere utilizzate dalle estetiste: in base a questa recente modifica, le apparecchiature ad ultrasuoni a bassa frequenza non rientrano più in questo elenco e quindi non possono essere più utilizzate nei centri estetici.
 
E’ importante sottolineare i motivi per cui i trattamenti di cavitazione anche di tipo estetico devono essere effettuati solo da personale medico. La cavitazione è una procedura priva di effetti collaterali solo se eseguita correttamente: vi sono infatti aree come testa e collo che non possono essere trattate; a livello dell’addome bisogna prestare attenzione a non indirizzare il manipolo in direzione delle ovaie. Inoltre non tutte le persone possono sottoporsi a questi trattamenti: pazienti con patologie quali dislipidemie croniche, importanti patologie epatiche, gravi disordini della coagulazione del sangue, portatori di pace-maker o di apparecchi acustici non dovrebbero sottoporsi al trattamento. E’ importante quindi sottoporsi ad un’attenta visita medica per escludere la presenza di queste patologie prima di iniziare il trattamento di cavitazione.

© copyright 2011 La Cavitazione - Clinica di Chirurgia Plastica ed Estetica di Firenze
P.IVA 06251840481 - Design by: styleshout     Powered by Aperion.it

Protected by Copyscape Plagiarism Detector